Son arrivate le Moeche!

Mangiare un piatto di moéche non è solo gustare una prelibatezza ma assaporare un’esperienza, cogliere l’attimo fuggente di uno spazio temporale ben definito durante il quale la laguna di Venezia regala i suoi tesori a chi li sa apprezzare...

Questo sono le moéche; piccoli granchi che nel momento della muta, che avviene due volte l’anno, autunno e primavera, si spogliano del carapace e restano per poche ore nudi e vulnerabili prima che il naturale ciclo biologico ne rigeneri uno nuovo. In queste ore i pescatori delle zone di Chioggia, Giudecca e Burano li raccolgono utilizzando antichi metodi di pesca, le reti di posta, che garantiscono la salvaguardia dell’habitat marino e del suo equilibrio biologico.

Una volta pescati vengono sapientemente selezionati in base al loro stato: i più prossimi alla muta disposti in casse di legno immerse in acqua marina dove si trasformano in moéche, pronte per diventare espressione straordinaria e simbolo della cucina veneta per la ghiottoneria di chi ha la fortuna di goderne.

E da noi all'Acchiappagusto è possibile gustare le moéche, e solo per una quindicina di giorni due volte l’anno.